Ostuni

Ostuni

Detta anche Città Bianca, per via del suo caratteristico centro storico nei tempi passati era interamente dipinto con calce bianca.

Rinomato centro turistico, dal 1994 al 2018 ha ricevuto la bandiera Blu e le cinque vele di Legambiente per la pulizia delle acque della sua costa e per la qualità dei servizi offerti. Nel 2005, inoltre, la regione Puglia ha riconosciuto il comune come “località turistica”.
a costa ostunese si estende per circa 20 km ed è caratterizzata da una forte discontinuità: ci sono delle distese di sabbia infinite che si alternano con scogliere maestose, cale e calette tutte da scoprire. Tutto questo rende la zona molto bella e interessante, specialmente per chi desidera variare senza spostarsi troppo dal punto di partenza. Ma c’è di più, perché oltre a rocce e granelli di sabbia che si passano continuamente il testimone, ci sono quelle dune che mettono in bella mostra un altro tratto tipico di questa terra, la macchia mediterranea che indossa le vesti del mirto, del rosmarino e di altre piante aromatiche che emanano a destra e sinistra il loro intenso profumo di salentinità.
Parlando di Ostuni, possiamo dire che il paesaggio costiero è di una bellezza lucente che ben si intona con quella del centro storico.  La “città bianca” dista dal mare circa 8 km, punteggiati da file discendenti di ulivi secolari, giù da quei 218 metri di altezza dei colli che sono culla della nitida cittadina. E’, senza dubbio, una di quelle città che è impossibile non visitare almeno una volta nella vita, perché è talmente bella e unica nel suo genere da essere imperdibile. Una grande macchia bianca che si erge fiera e sovrasta un territorio circostante molto suggestivo. Ostuni, tra l’altro, è piena di ristorantini dove mangiare in maniera divina sia carne che pesce, ma è anche molto viva dal punto di vista della movida notturna, pronta a far scatenare i turisti più giovani, ma non solo.